Torna alle news
agosto 30, 2018

Karime Amaya, Miguel El Rubio e Belén López: settembre magico al Tablao Flamenco Cordobes di Barcellona

Lo storico tablao delle Ramblas ospiterà lo spettacolo Incontro al Pinnacolo della Danza con un cast di statura internazionale per tutto il mese. L'epicentro della cultura del flamenco si trova ancora una volta a Tablao Flamenco Cordobes durante il mese di settembre. Lo storico tablao delle Ramblas, creato da una famiglia di artisti nel 1970, ospita lo spettacolo "Incontro all'apice della danza" a settembre, che vedrà la partecipazione di un cast di ballerini di fama internazionale come Karime Amaya, Miguel El Rubio e Belén López e le cantaore María del Mar Fernández e La Fabi, tra gli altri. Tablao Flamenco Cordobes.

agosto 30
Tablao Flamenco Cordobes

Karime Amaya, Miguel El Rubio e Belén López

L'epicentro della cultura del flamenco si trova ancora una volta a Tablao Flamenco Cordobes durante il mese di settembre. Lo storico tablao delle Ramblas, creato da una famiglia di artisti nel 1970, ospita lo spettacolo "Incontro all'apice della danza" a settembre, che vedrà la partecipazione di un cast di ballerini di fama internazionale come Karime Amaya, Miguel El Rubio e Belén López e le cantaore María del Mar Fernández e La Fabi, tra gli altri.

 

La ballerina Karime Amaya è membro della famiglia Amaya e nonna de "La Capitana" Carmen Amaya, la ballerina più famosa di tutti i tempi. Karime Amaya ha debuttato all'età di 9 anni e da allora si è esibita in festival di tutto il mondo, come l'Albuquerque International Festival negli Stati Uniti, Quito Flamenco Festival, Mont-de-Marsan Flamenco Art Festival in Francia, Monterrey Flamenco Art Festival e Jerez Flamenco Festival, tra gli altri.

 

Belén López è un'artista nata a Tarragona che ha iniziato i suoi studi all'età di undici anni al Conservatorio di danza di Madrid. Con una madre di Cordoba e un padre di Siviglia, ha iniziato la sua carriera artistica in giovanissima età e all'età di cinque anni ha ballato durante la Diada de Sant Jordi (giorno di San Giorgio) all'apertura di una strada di Barcellona dedicata a Carmen Amaya. A 17 anni vince il National Flamenco Award e nel 2005 debutta con la sua compagnia. Negli anni successivi si esibisce con artisti di fama internazionale come Antonio Canales e Jesús Carmona e gira teatri e festival in tutto il mondo.

 

Miguel El Rubio ha debuttato all'età di 5 anni nello spettacolo "Los Gnomos del Flamenco" di Antonio Fernández "Farru". All'età di 8 anni ha partecipato alla "Triana Pura" della Biennale di Siviglia, uno dei più importanti festival di flamenco al mondo. Nel corso della sua carriera ha ballato con artisti come Pastora Galván, Ricardo Miño, Farruco, Remedios Amaya e Rocío Molina, tra gli altri. Miguel El Rubio si è esibito anche in festival e teatri in Francia, Belgio, Grecia, Marocco, Giappone e Norvegia, tra gli altri.  

 

Tablao Flamenco Cordobes Barcellona
Fondata nel 1970 da una famiglia di artisti (Luis Adame e Irene Alba), Tablao Flamenco Cordobes è conosciuta fin dall'inizio per l'alta qualità dei suoi artisti (Camarón de la Isla, Farruco, Tomatito e Bambino sono solo alcuni dei nomi che sono venuti alla ribalta durante questi primi anni). Tablao Flamenco Cordobes è diventato un punto di riferimento per la cultura del flamenco a Barcellona. Sia gli artisti che i dilettanti conoscono il livello delle sue tavole e oggi è uno degli epicentri del flamenco. Con la celebrazione del suo 40° anniversario nel 2010, la Fundación Tablao Flamenco Cordobés è stata creata con l'obiettivo di rivalutare le basi della cultura del flamenco, cosa che dimostra la continua evoluzione di uno spazio artistico che sta già preparando il suo 50° anniversario per il 2020.

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch

Si può anche essere interessati

show

Scopri la storia di Tablao Flamenco Cordobes

read more

Questo sito utilizza cookies. Se si continua la navigazione, abbiamo considerare di accettare il suo utilizzo.