L’atmosfera

La decorazione del Tablao Flamenco Cordobes di Barcellona, ispirata alle forme nasride e all'architettura dell'Andalusia alla fine del XV secolo, è stata realizzata a mano dai restauratori ufficiali dell'Alhambra di Granada, Napoleone Morillas e Antonio Zubeldia. La nostra fedeltà a questi motivi decorativi mira a ricordare la cultura arabo-andalusa come una delle fonti da cui scaturisce la radice del flamenco.

Origini dell'arte nasrida

L'arte nasrida o l'arte di Granada rappresentano l'ultimo stadio dell'arte ispanico-musulmana. La sua fase di sviluppo comprende dal 13 ° al 15 ° secolo e ha gettato le basi per la futura nascita dell'arte mudejar. La sua principale area di influenza è stata estesa dal Regno Nazari di Granada, Barbary e varie aree della penisola iberica. L'origine dell'arte nasride inizia con il declino dell'impero almohade, afflitto dalla proliferazione di piccoli regni in al-Andalus durante il 13 ° e 15 ° secolo. Anni dopo, nel 1237, nacque il regno Nasridi e la sua capitale si trovava a Granada per oltre 200 anni. La chiamata Reconquista dei cristiani stava aumentando la pressione e costringendo il regno a dare terreno fino a quando, nel 1492, Granada capitolò e con essa l'ultima roccaforte islamica, ponendo fine all'arte nasride ad al-Andalus. Il principale paradigma di quest'arte si trova incontrovertibilmente nell'Alhambra di Granada. Il suo nome significa Castello Rosso e deriva dall'arabo "Qalat al-Ambra". L'affascinante edificio sintetizza l'architettura palatina islamica con l'architettura militare, che fornisce elementi di fortificazione. L'edificio è stato riconosciuto patrimonio dell'umanità dall'UNESCO ed è un simbolo incomparabile di architettura palatina islamica. L'Alhambra, insieme agli edifici e agli edifici di Granada, consente, per la sua forma, i colori e lo stile, di stabilire il quadro generale di questa arte come evoluzione dell'arte ispanico-musulmana. Le caratteristiche di quest'arte sono ornamenti complessi, usati per mascherare la povertà dei materiali da costruzione come stucchi in gesso, battiscopa piastrellato o decorazione dipinta. Un'altra caratteristica molto comune è la colonna cilindrica dell'albero e la capitale di due corpi, simili alle decorazioni del tablao, uno cilindrico decorato con nastri e un altro cubico con ataurique. I tetti in legno sono solitamente alternati a volte di muqarnas in stucco e gli archi più comuni sono a punto a punto e ciottoli.

Tablao Flamenco Cordobes

Collegati con il tablao

La maggior parte degli esperti concordano nel relazionare la musica araba con il flamenco, tuttavia è impossibile sapere con certezza perché la trasmissione della conoscenza in quel momento è stata fatta per via orale. La spiegazione più accettata è che il flamenco è stato sviluppato sulla base della musica popolare e andalusa, creando melismi con grandi influenze di elementi arabi in Andalusia all'inizio del XX secolo. Secondo lo studioso di flamenco, HipólitoRossy, si possono trovare molte somiglianze tra flamenco e cultura musicale araba:" ... l'uso costante e abusivo di note di grazia, trilli, melismi, rimorchia o portamenti (...) La aumento apoyaturas di lavoro per cominciare a cantare o alcuni colpi di scena o frasi all'interno della stessa canzone (...) l'inclusione nel flamenco di gelso Zambra e la sua influenza su alcuni brani di Murcia e andaluse, tango e flamenco, Taranto e binary rondeña. "Questa musica e quest'arte sono state sviluppate in tablaos di flamenco, l'ambientazione storica di questa arte che ha indubbiamente influenzato alcune forme di espressione dell'arte e della cultura spagnola del XIX e XX secolo.

“Translation by Google Translate check the original Text in English”

Tablao Flamenco Cordobes
Tablao Flamenco Cordobes

show

Scopri la storia di Tablao Flamenco Cordobes

read more

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito, accetti il nostro uso di tali cookies.