spettacolo di flamenco

Ispirazione e razza

A partire dal 16 febbraio fino a 29 febbraio

Biglietti
Torna a spettacoli

Tra il 16 e il 29 febbraio Tablao Flamenco Cordobes avrà un cast di livello mondiale guidato da Antonio Fernández Montoya, Farru, e avrà anche Tete Fernández e Paloma Fantova nel ballo. Lo storico tablao de Las Ramblas di Barcellona, che quest’anno festeggia il suo 50° anniversario, avrà sul palco anche i cantanti Davinia Jaén, Manuel Tañé, José Manuel Zambullo e Juan Manzano El Coco.

 

 

ARTISTA OSPITATORE: Antonio Fernández Montoya ‘FARRU’ (Dal 16 al 27 febbraio tranne il 23)

Antonio Fernández Montoya, meglio conosciuto come “El Farru”, appartiene a una delle famiglie più importanti e rinomate del flamenco: la saga dei Farruco. Farru ha fatto il suo debutto sulla scena internazionale quando aveva solo due anni a Berlino e ha formato la sua compagnia nel 1998 (a dieci anni), “Los gnomos del flamenco”, con la quale ha partecipato a festival in tutto il mondo, come a Colonia e Kiev. Nel 2001 ha partecipato alla mostra del fratello ‘Farruquito y Familia’ a New York. Nello stesso anno è andato in tournée in Messico come solista con Antonio Canales. Nel febbraio 2006 ha presentato in anteprima il suo spettacolo, intitolato Farruco, che ha presentato nei migliori teatri del mondo, tra cui il City Center di New York. A parte il suo aspetto di bailaor, ha collaborato come autore in diversi dischi e in diversi spettacoli di Tomatito, El Barrio etc., così come nello spettacolo di Farruquito, ‘Puro’, dove parte della musica e dei testi sono suoi. Per un certo periodo ha condiviso un tour mondiale con Paco de Lucía. Nel 2017 ha presentato la mostra TR3S con i fratelli Juan Fernández Montoya ‘Farruquito’ e Manuel Fernández Montoya ‘El Carpeta’.

 

 

 

El Tete

Ricardo Fernández, conosciuto come El Tete, è un giovane ballerino nato a Badalona da una famiglia di zingari e che, nonostante la sua giovinezza, si è già guadagnato un posto nel campo della danza flamenca. Fratello del bailaor El Yiyo Fernández, mostra con la sua forza ed eleganza una grande maturità artistica in ogni performance, che è valsa la pena di ottenere grandi recensioni da dilettanti e professionisti del flamenco. Tra i suoi riferimenti più diretti ci sono Joaquín Cortés, José Maya, Farruquito e suo fratello El Yiyo.

 

 

Paloma Fantova

Paloma Fantova è una ballerina di flamenco nata a Cadice che ha iniziato a ballare giovanissima. All’età di quattro anni ha iniziato a sentire il flamenco e a soli otto anni ha vinto il concorso di talento della TVE “Premios Veo Veo Veo”. La danzatrice ha partecipato alle coreografie di Manuela Carrasco in Giappone e ha fatto tournée in teatri di tutto il mondo come New York, Washington, Parigi, Londra e Il Cairo. Ha partecipato allo spettacolo “Calé” di Joaquín Cortes e nel 2012 ha alternato la sua presenza al Tablao Flamenco Cordobes di Barcellona con la presentazione del suo spettacolo “Sensibilidades”. Il bailaora ha partecipato anche all’opera di Tomatito e allo spettacolo in omaggio alla grande bailaora Carmen Amaya, prodotta da Tablao Flamenco Cordoobes, accanto a Karime Amaya e Pastora Galván. Nel gennaio 2019 ha presentato il suo nuovo spettacolo al Festival de Jerez: CUNA.

 

 

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch 한국어

Artisti

CANTANTI

 

 

 

 

Davinia Jaén

Ha iniziato la sua carriera all’età di 14 anni a Jerez, si è esibito in numerosi tablaos e peñas della città e ha imparato da Juan Parrilla nel tuo tablao El Lagar da zio Parrilla. In seguito si è trasferito a Siviglia dove ha avuto l’onore di imparare e di crescere come artista da José de la Tomasa, Paco Taranto, Jeromo Segura, Laura Vital, José Galván, Carmen Ledesma e molti altri. Ha imparato a cantare con José Vargas “El Mono” e Joaquín “El Zambo”, saetas con Juan Romero “El Guapo”, ha studiato nella fondazione del canto flamenco con Cristina Heeren.

 

 

 

Juan Manzano “El Coco”

Nato a San Roc, è probabilmente una delle voci più flamenche di Barcellona. Autentico e con il flamenco nel suo DNA. Ha anche una voce prodigiosa, capace di cantare con temperamento, ricca di ricordi evocativi e di traboccante naturalezza. Juan è un’istituzione del flamenco a Barcellona e non smette mai di sorprenderci anno dopo anno.

 

 

 

José Manuel Doya Zambullo

José Manuel Doya, “Zambullo”, torna a Tablao Flamenco Cordobes. Con radici jerezane e un canto puro, gitano e sincero. Il cantautore ha girato le sale e i teatri più importanti della Spagna e si è esibito con artisti come Joaquín Cortés, Antonio Canales, Farru, Pastora Galván e Rubén Olmos tra gli altri.

 

 

 

Manuel Tañé

Manuel Tañé è un autentico cantante gitano di Jerez de la Frontera. Il suo canto è stato definito “selvaggio” da artisti e critici. Manuel porta questa qualifica con orgoglio perché il suo modo di esprimere il flamenco ha un fascino ancestrale e un senso raramente sentito.

 

 

GUITARISTI

 

 

 

David Cerreduela

Figlio del famoso chitarrista “El Nani”, ha suonato per i più famosi artisti di flamenco, è stato chitarrista del Balletto Nazionale Spagnolo e ha anche collaborato a numerosi album. Attualmente sta lavorando con Tablao Flamenco Cordobes Barcelona. A 14 anni inizia la sua carriera professionale accompagnando nientemeno che Lola Flores e Merche Esmeralda. In seguito entrò a far parte dell’azienda di Antonio Canales nelle opere di Torero o Gitano.

 

 

Luis Santiago “El Tati”

Luís Santiago “El Tati” ha iniziato la sua carriera all’età di 12 anni, inizialmente come percussionista e successivamente come chitarrista, accompagnando Mercedes Amaya e Santiago Aguilar, i suoi genitori. El Tati ha partecipato a spettacoli e festival come “Sangre Latina” con la National Dance Company, New Mexico International Flamenco Festival, Tokyo Tablao El Flamenco, USA International Flamenco Festival con Manuela Carrasco, Albuquerque Festival o FESTIVAL Mont de Marsan.

 

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch 한국어

restaurant

Tour gastronomico

read more

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito, accetti il nostro uso di tali cookies.