spettacolo di flamenco

In omaggio al Maestro José Galván

A partire dal 21 marzo fino a 31 de Marzo

Biglietti
Torna a spettacoli

Tra il 21 e il 31 marzo Tablao Flamenco Cordobes presenta un cast che unisce tradizione ed esperienza con le giovani promesse del flamenco di oggi. Lo spettacolo “Inspiración y Tradición” riunisce sul palco dello storico tablao de La Rambla di Barcellona i ballerini José Galván, Juan Tomás de La Molía, Alejandra Pachón e Noelía del Rocío, i chitarristi David Cerreduela, Israel Cerreduela e Tuto Fernández, nonché i cantanti Zambullo, José de la Miguela e Bocaíllo. 

 

BALLERINI

 

JOSÉ GALVÁN

José Galván è un ballerino di flamenco che ha iniziato la sua carriera artistica all’età di 12 anni vincendo il concorso “Escucha usted a sus vecinos” su Radio Sevilla. Nel 1965 ha debuttato al tablao di flamenco “Cortijo del Guajiro” e si è esibito nella compagnia di Manolo Escobar. Nel 67 vince il 1° Gallo d’oro del Tablao Flamenco Los Gallos e nel 1970 si esibisce a La Cochera con personaggi come Farruco, Manuela Carrasco, Matilde Coral e Rafael El Negro tra gli altri. Tra i suoi studenti ci sono Juana Amaya, Hiniesta Cortés, Israel Galván, Rafael Campallo o Susana Casas e molti altri. Dal 1989 insegna, tra l’altro, in Giappone, Stati Uniti, Francia, Portogallo, Germania e Italia. Dopo più di 50 anni di vita artistica è ancora in buona forma e la sua forza ed energia sulle tavole è ancora riconosciuta. 

 

 

 

JUAN TOMÁS DE LA MOLÍA 

Il ballerino Juan Tomás de La Molía è nato nel 2000 a Cadice. All’età di sei anni inizia a prendere lezioni e un anno dopo si esibisce nei Giardini Sabatini di Madrid, con una standing ovation del pubblico. Nel 2014 ha vinto una borsa di studio di flamenco per seguire i corsi della Fondazione Cristina Heeren e nel 2019 ha vinto il primo premio al Concorso dell’Associazione Giovani Creatori di Flamenco dell’Andalusia a Siviglia.

 

 

DISTANZIAMENTO TEMPESTATO DI BORCHIE

Alejandra Pachón Martínez è nata a Madrid nel 1993. All’età di tre anni ha iniziato a muovere i primi passi nella danza flamenca alla scuola Amor de Dios di Madrid. La ballerina ha preso lezioni con grandi artisti come Carmen La Talegona, Rafaela Carrasco, Beatriz Morales, Antonio El Pipa, Manuel Liñán, Rubén Olmo, La Moneta e José Galván tra gli altri. Alejandra si è laureata in Comunicazione Audiovisiva all’Università Rey Juan Carlos de Fuenlabrada (Madrid) e ha trascorso due anni alla Fundación Cristina Heeren di Siviglia. Insegna anche Flamenco a Siviglia e ha ballato su palcoscenici diversi come Leganés, Siviglia, Madrid, San José de la Rinconada, Granada, Cadice e Lisbona. Nel maggio 2019 si è esibito al teatro Lope de Vega di Siviglia in occasione del gala del concorso Young Flamenco Values.

 

 

NOELIA DEL ROCÍO

Noelia del Rocío è una ballerina che ha iniziato a ballare la sevillana all’età di tre anni. Anni dopo, sotto l’insegnamento della ballerina Reyes León ha superato le prove del Conservatorio di Siviglia per il diploma professionale. Partecipa a diversi eventi e spettacoli come lo spettacolo “Ilusiones” per il Balletto Flamenco Junior diretto dal bailaor Sergio González o la collaborazione in “Eclipse: viaje de ida y vuelta”, diretto da Francis Núñez. Noelia ha ricevuto lezioni da grandi personalità come Rubén Olmos, Ana Moya, Farruquito, Pastora Galván, Manuel Liñán e La Lupi tra gli altri. Come insegnante principale Noelia del Rocío indica José Galván. Noelia del Rocío ha ricevuto diversi premi interni dal Conservatorio di Siviglia e ha partecipato a diversi spettacoli e teatri come “Leyendas” e “De Sevilla a Nueva York” in Francia.

 

 

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch 한국어

Artisti

GUITARISTI 

 

DAVID CERREDUELA

Figlio del famoso chitarrista “El Nani”, ha suonato per i più famosi artisti di flamenco, è stato chitarrista del Balletto Nazionale Spagnolo e ha anche collaborato a numerosi album. Attualmente sta lavorando con Tablao Flamenco Cordobes Barcelona. A 14 anni inizia la sua carriera professionale accompagnando nientemeno che Lola Flores e Merche Esmeralda. In seguito entrò a far parte dell’azienda di Antonio Canales nelle opere di Torero o Gitano.

 

 

IL TUTO

Giovane chitarrista nato a Barcellona in una famiglia di artisti di flamenco, ha iniziato la sua carriera all’età di 14 anni. Ha suonato per personaggi di spicco come Montse Cortés e Farruquito e la sua carriera sembra inarrestabile.

 

 

 

ISRAEL CERREDUELA

Israel Cerreduela ha lavorato con artisti prestigiosi come Antonio Canales, Sara Baras ed Enrique Morente, tra gli altri. E’ nato nel quartiere flamenco di Cañoroto a Madrid come altri artisti di flamenco come David El Viejín, Gerónimo, La Excepción .

 

 

CANTANTI

 

LA FABI

Fabiola Pérez Rodríguez è nata ad Arcos de la Frontera (Cadice). Ha studiato alla Fondazione Cristina Heeren con José de la Tomasa, Paco Taranto e Esperanza Fernández. Questa grande cantaora ha cantato per grandi figure della danza e si sviluppa alla perfezione nelle cantes de compás. Oltre ad essersi esibita con la compagnia di Cristina Hoyos, si è esibita in quasi tutti i tablaos della Spagna e ha cantato in festival e teatri di tutto il mondo. Nel 2018 La Fabi pubblica il suo album “Fruto y Flores”. 

 

BOCAILLO

Questo cantautore catalano del quartiere Bon Pastor è circondato da flamenco sin da quando era bambino, essendo suo nonno il cugino di primo grado della Porrina. Si è formato come cantautore professionista a Tablao Flamenco Cordobés lavorando con grandi artisti come Karime Amay, la Susi, Pastora Galván, Manuel Tañé o Antonio Vilar.

 

 

JOSE MANUEL DOYA ZAMBULLO

José Manuel Doya, “Zambullo”, torna a Tablao Flamenco Cordobes. Con radici jerezane e un canto puro, gitano e sincero. Il cantautore ha girato le sale e i teatri più importanti della Spagna e si è esibito con artisti come Joaquín Cortés, Antonio Canales, Farru, Pastora Galván e Rubén Olmos tra gli altri.

 

 

JUANELO

Juan ‘Juanelo’ è nato nel 1998 a Los Palacios e Villafranca, Siviglia, ed è il discendente di una famiglia di cantanti di flamenco. Una delle sue qualità più latenti è la purezza che risiede nel sangue della famiglia Orta de Los Palacios y Villafranca. Il suo canto è austero, sobrio e profondamente ortodosso, mentre il suo specchio è sempre il canto di Utrera, Lebrija e Morón, da cui hanno origine i suoi idoli canori.  Già alla sua giovane età era richiesto da grandi figure del flamenco come José Galván, Salvador Távora, Pastora Galván, María Pages e molti altri. Tra il 2016 e il 2017 è stato forgiato per un anno a La Carbonera di Siviglia e negli ultimi anni ha condiviso il palcoscenico con artisti come Enrique el Extremeño, Antonio Moya, Mari Peña, Miguel Ortega, José Galván, Cristina Hoyos, Pepa Montes e Ricardo Miño, tra gli altri. 

This post is also available in: Español English Català 简体中文 日本語 Русский Français Deutsch 한국어

restaurant

Tour gastronomico

read more

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito, accetti il nostro uso di tali cookies.