Torna agli Artisti

flamenco Ballerino

Juan Andrés Maya

È nato il 6 gennaio 1972 nel cuore del quartiere zingaro di Sacromonte a Granada. Con vasta esperienza artistica nella sua famiglia (lui è il nipote del famosissimo ballerini Mario Maya, Manolete e Juan Maya Marote) hanno iniziato a ballare all'età di tre anni nella Cueva de la Rocio, di proprietà dai suoi genitori, dove divenne ben presto il attrazione principale per i numerosi visitatori di quel popolare luogo di Granada.

È nato il 6 gennaio 1972 nel cuore del quartiere zingaro di Sacromonte a Granada. Con vasta esperienza artistica nella sua famiglia (lui è il nipote del famosissimo ballerini Mario Maya, Manolete e Juan Maya Marote) hanno iniziato a ballare all'età di tre anni nella Cueva de la Rocio, di proprietà dai suoi genitori, dove divenne ben presto il attrazione principale per i numerosi visitatori di quel popolare luogo di Granada.

Con solo quattordici anni è andato al Cairo con la compagnia di Cachado e da allora non ha smesso di agire.Google Translate Icon

E 'iniziato nella stanza di Nettuno Granada, poi, accanto a La Chunga al Cafe de Chinitas Madrid e in tutta la Spagna turistici Settimane Culturali del Ministero della Cultura.

A 18 anni ha montato la coreografia del suo primo lavoro "Passione". Il suo successo a Granada lo ha permesso di prendere il suo spettacolo in diversi teatri della Comunità di Madrid.

Nel 1992, durante la celebrazione del Salone universale di Siviglia, ha collaborato in uno spettacolo con Miguel Bosé "I valori giovani del XXI secolo", raccogliendo un successo risuonante. Lo stesso anno ha presentato il lavoro "Contraste", e con lui ha girato diversi teatri della geografia spagnola.

Tre anni dopo, ha partecipato con Carmen Linares in visita a Giordania e Tunisia.

Nel 1997 fu rivendicato da SS. MM. i re di Spagna ad agire in Carmen de los Spires e ha debuttato al Teatro Alhambra con "Captive" con Manolete, menta e Beatriz Martín. Nello stesso anno ha partecipato allo spettacolo "Amor Brujo", nel ruolo di protagonista.

Ha lavorato anche a New York presso il Lincoln Center e ha visitato i Paesi Bassi e il Giappone. Nel settembre dello stesso anno ha presentato il suo nuovo lavoro "Roots", sponsorizzato dalla duchessa di Alba.

Nel 1997 esegue con Antonio Canales nello spettacolo "Guernika" diretto da Lluis Pascual. Anche a New York, ha eseguito con la Flamenco Live Company in omaggio a García Lorca e al teatro "ABC" di Nagoya e Tokyo in Giappone.

Un anno dopo ha presentato il suo spettacolo "Gitanos de Sacromonte" al Café de Chinitas di Tokyo e ha lavorato con la sua famiglia alla Biennale di Siviglia. Lo stesso anno è stato nuovamente affermato da S.S.M.M. i Re di Spagna per la celebrazione dell'anniversario di Día Sofia nel Palazzo della Zarzuela.

Nel 1999 ha rappresentato uno spettacolo della propria azienda presso il Collegio dei medici di Madrid.


Nel 2000, anche con il suo spettacolo, si è esibito al Teatro Aoyama-Enkei di Tokyo in Giappone e insieme all'azienda di Paco Peña ha visitato teatri in tutta Europa.
Nello stesso anno ha condiviso il progetto con Antonio Canales, Sara Baras, Lole Montoya e Suroma per un mese presso il teatro Alcázar di Madrid. Ha anche viaggiato in Giappone e ha tenuto un corso per la preparazione di studenti in un teatro.

Alla fine dell'anno ha presentato il suo spettacolo "Maya-II" al teatro Isabel la Católica, raccogliendo un grande successo dal pubblico e dai critici.

Anno 2001. Viaggi in Francia con il gruppo Curro Albaycín e esecuzione al Café de Chinitas di Madrid con Furia Maya.

Nel 2002 rappresenta lo spettacolo "Homenaje a Carmen Amaya", di cui è coreografo, autore e esecutore, al Teatro Nuevo Apolo di Madrid. Lo combina con diverse performance nel Tablao Flamenco Casa Patas.

Con lo spettacolo "Gitanos del Sacromomento", ha visitato 19 diversi luoghi in Olanda, insieme alla compagnia dello zio Tony Maya.

Esegue il suo spettacolo Maya III "Flamenco de un marginalizado" a Casa Patas con Mª Paz Lucena e al Café de Chinitas con Suroma. Nel teatro Isabel La Católica di Granada con Suroma, infine, lo rappresenta anche nel Corral de la Morería di Madrid con Blanca del Rey.

Già nel 2003, si reca nuovamente in Olanda, in un intenso tour di cui ritorna con un grande successo.

Ha vinto il premio Rivelazione flamenco artista con Nacho Duato e tutta la sua carriera ha suonato con Estrella Morente, Farruquito e Miguel poveda nelle feste autunnali di Granada organizzate in città nel 2012, 2013 e 2014. Egli continua a tour con i suoi spettacoli e corsi di insegnamento presso la scuola internazionale di flamenco Manolete de Granada.

Juan Andrés Maya

Tablao Flamenco Cordobes

restaurant

Festa di Capodanno e Flamenco

read more

Questo sito utilizza cookies. Se si continua la navigazione, abbiamo considerare di accettare il suo utilizzo.