spettacolo di flamenco

Incontri al Pinnacle of Dance con Karime Amaya, Susana Casas, Sara Barrero e Yiyo

A partire dal 1 ° maggio fino a 17 maggio

Biglietti
Torna a spettacoli
Karime Amaya
A maggio continuiamo a contare sulla passione e l'infinita arte di Karime Amaya, nipote nipote di Carmen Amaya e una bailaora di consolidato prestigio internazionale. La sua danza emana forza e temperamento e la sua arte ha già abbagliato gli spettatori e i critici di tutto il mondo. Città come New York, Tokyo, Alburquerque, Quito, New Mexico, Madrid o Mont-de-Marsan sono solo alcuni dei luoghi che sono già caduti ai loro piedi.

Susana Casas
Susana ha iniziato a ballare all'età di 8 anni e ha imparato con José Galván, Matilde Coral e Manolo Marín. Ha fatto il suo debutto in Francia nel 1992, dove è rimasta per alcuni anni e poi si è esibita in paesi come il Messico, i Paesi Bassi o il Giappone. Ha girato un paio di programmi TV come "Venta del duende" e ha partecipato al film "Flamenco" di Carlos Saura con il balletto di Matilde Coral e nel documentario "Danze del mondo" di Discovery Channel.
Susana Casa ha fatto parte del Balletto di Cristina Hoyos per sei anni, dove è stata ballerina principale nel 2003. L'anno seguente è entrata a far parte del Flamenco Andalusian Ballet di Cristina Hoyos negli spettacoli "Viaje al Sur" di Ramón Oller e "Romancero Gitano" di José Carlos Plaza.

Sara Barrero (1-11-12-16-17-18 maggio)
Accompagnando aprile e maggio Sara ci riaccenderà con la sua arte di danza flamenca. Sara Barrero, una ballerina di flamenco nel nostro cast al Tablao Flamenco Cordobes, ha una lunga e preziosa traiettoria come ballerina di flamenco.

El Yiyo
È una delle giovani promesse della danza flamenca. Nato a Badalona in Catalogna e figlio di genitori zingari di Jaén, Miguel Fernández "El Yiyo" integra la sua passione per il flamenco con una formazione nella danza classica e contemporanea. Questo, unito alla sua esplosività atletica, gli permette di scatenare tutta l'arte e il temperamento su una solida tecnica di danza, dando vita a un autentico spettacolo di qualità indiscutibile.
Artisti
chitarristi

David Cerreduela
Figlio del famoso chitarrista "El Nani", ha suonato per i più famosi artisti di flamenco, è stato chitarrista del National Ballet of Spain e ha anche collaborato a numerosi album. Attualmente sta lavorando con Tablao Flamenco Cordobes Barcelona.

Israele Cerreduela
Israele è noto per la sua freschezza e delicatezza del suo tocco flamenco e si unisce all'esperienza acquisita dall'eredità di cui la famiglia lo ha segnato. Senza dubbio è una delle giovani promesse del tocco flamenco e uno dei chitarristi attuali con più personalità. Ha lavorato con artisti famosi come Enrique Morente, Sara Baras, Antonio Canales, Guadiana, Carmen Cortés tra gli altri e si è esibito in teatri come il Lope de Vega Theatre di Madrid o il Col·liseum e in festival come il Bienal di Siviglia.

tuto
Giovane chitarrista nato a Barcellona in una famiglia di artisti di flamenco, ha iniziato la sua carriera all'età di 14 anni. Ha suonato per personaggi importanti come Montse Cortés o Farruquito e la sua carriera sembra inarrestabile.

cantanti

Antonio Campos "Bocaillo"
Nato a Barcellona, ​​nel quartiere di Bon Pastor, è cresciuto da bambino in un ambiente di flamenco. Si è formato come cantaor professionista presso Tablao Flamenco Cordobes, lavorando con grandi artisti, nomi come Karime Amaya, Susi, Pastora Galván, Jesús Carmona, Angelita Montoya, Guadiana, El Junco, Farru, Patricia Guerrero, José Maya, Alfonso Losa, Marcos Flowers , Olga Pericet o La Moneta. Con l'aiuto di grandi cantanti per ballare, come Manuel Tañé, Antonio Villar, Rubio de Pruna o el Coco, ha appena brillato il suo talento.

Luis il Granaíno
Nato in una famiglia di artisti di Granada, ha iniziato a esibirsi in tutta Barcellona, ​​il suo primo tour è stato l'Azerbaigian con la compagnia Tuto, Iván Alcalá e Juaquín el Duende, tra gli altri.
Si è esibito con artisti come Antonio Canales, Saray García e Rafael Amargo, Barullo e Farruquito nella Sala Apolo. Ha anche collaborato con Duquende nella registrazione dell'album Kantata.
Ha uno stile puro e zingaro ed è uno specialista in Soleá, Seguiriya e Fandango.

Manuel de la Nina
Debuttato nel 2001 con soli 8 anni alla Biennale di Siviglia al Teatro Lopez de Vega di Manuel Moreno Junquera "Moraito chico". Quando iniziò la sua carriera da solista si esibì in diverse fasi di Jerez come Peña Pepe Alconchel, Peña de la Buleria , Peña Tio José de Paula, Peña el Pescaero. Nel 2017 ha messo sul mercato un disco chiamato Pasaje insieme a compagni come Rafael del Zambo, Enrique Remache e Fernando del Morao, con la partecipazione speciale di Diego del Morao e Manuel Parrilla. Ha anche recitato in grandi teatri come il Teatro Villamarta di Jerez, il Gran Teatro di Malaga e il Teatro Fibes di Siviglia.

Juan Manzano "Coco"
Naturale di San Roc, è probabilmente una delle voci più flamenche di Barcellona. Autentico e con il flamenco nel suo DNA. Aggiungete una voce prodigiosa, capace di una canta (cantata) temperamentale, ricca di ricordi evocativi e di una naturalezza straripante. Juan è un'intera istituzione di flamenco a Barcellona e non smette di sorprenderci anno dopo anno.

María Carmona
Lei appartiene a una delle famiglie di zingari più importanti. È nipote di Los Habichuela e discendente di Los Carmona di La Línea de la Concepción a Cadice. È una cantante solista con una voce autentica e pura che ha lavorato con i più importanti ballerini e chitarristi, da Farruco a Tomatito, Joaquín Cortes, Antonio Canales e Manuela Carrasco. Negli ultimi anni ha lavorato nella compagnia di Rafael Amargo e ha anche fatto molte collaborazioni con musicisti molto importanti nei loro dischi.

“Translation by Google Translate check the original Text in English”
Incontri al Pinnacle of Dance a maggio

restaurant

Festa di Capodanno e Flamenco

read more

Questo sito utilizza cookies. Se si continua la navigazione, abbiamo considerare di accettare il suo utilizzo.